LA PAROLA AI DODICENNI. NOI BESTIE: I MASCHI

Vincenzo CoDy Marrapodi

DI VINCENZO MARRAPODI

C’è anche il maltrattamento sulle donne, oltre al bullismo. Su quinta colonna o su pomeriggio 5 se ne parla spesso. Ecco cosa fanno gli uomini sulle donne: prima fingono di amarle, poi le maltrattano o le violentano,  e in alcuni casi le uccidono.  A questo tipo di violenza sono soggette anche le ragazze. Gli amici che maltrattano le ragazze prima lo fanno per gioco, poi si lasciano andare le uccidono.  E’ successo tante volte in questi anni. Altri li sposano per i soldi e poi magari le uccidono di nascosto per prendersi l’eredità.  Ma noi siamo uomini? Sinceramente, mi vergogno di essere uomo. Credo che preferirei  essere donna ed essere vittima del maltrattamento, piuttosto che essere uomo e procurare dispiacere alle donne. Ovviamente non dico sul serio, però non sono un maschilista; ecco perché credo che Il maltrattamento sulle donne sia un caso serio. Io credo che le donne debbano essere considerate per quello che sono.  Le donne sono delle meravigliose manne prima di tutto; cucinano, lavano, stirano, si prendono cura dei figli e danno da mangiare a noi bestie (uomini). Ovviamente mi sto riferendo a quelli che hanno commesso violenze sulle donne. Noi siamo ingiusti soprattutto perché non protestiamo. Questo si chiama stupidità! La cosa giusta è sentirci tutti uguali, uomini e donne, perché siamo esseri umani. Ma gli uomini a volte diventano delle bestie, perché sono fuori di cervello o perché si drogano. Se voi vi divertite facendo questo, divertitevi in prigione. Io vorrei organizzare una marcia o qualcosa del genere, per far smettere i maltrattamenti sulle donne, il bullismo nelle scuole e qualsiasi altra forma di violenza sui minori. In inglese :“I LOVE YOU” significa (io ti amo); però nella realtà, significa (fingo di amarti) così mi prendo tutta te stessa e faccio di te quello che voglio,  mi pare .