LA BUONA CHIMICA DELLO IUS SOLI.

Gianfranco Isetta

DI GIANFRANCO ISETTA

A proposito del dibattito sul tema dello Ius Soli a seguito delle dichiarazioni della neoministra Kyenge,  mi vengono in mente alcune parole e il significato comune con cui sono utilizzate, spesso opposto a quello reale.

Prendiamo ad esempio il termine TOLLERANZA, mi sembra che  sia un sinonimo di SOPPORTAZIONE (tu non sei come me e, poiché sono democratico, ti sopporto) e quindi direi di scartarlo

Un altro termine, anch’esso molto usato e spesso  in buonafede, è INTEGRAZIONE  che connota l’idea che chi viene da altre parti debba, appunto integrarsi, con chi è “già presente” in un territorio, magari da più generazioni.

 Bene io penso che la prospettiva storica non sia questa ma un’altra e vorrei prendere in prestito termini mutuati dalla chimica per cercare di spiegarmi meglio:

Appunto in chimica possiamo avere

1 )Reazioni di combinazione (o sintesi) quando due parti , semplici o composte, si uniscono per produrre nuove sostanze più complesse

In questo caso elementi culturali si intrecciano tra di loro e, durante un lasso di tempo di durata difficile da definire, e non senza contrasti e contraddizioni,  concorrono a determinare un nuovo livello di civiltà e convivenza

 

2) Reazioni di decomposizione (o analisi) quando parti composte si scindono negli elementi costitutivi

Potrebbe anche accadere che invece i vari elementi che determinano una cultura, una civiltà vengano progressivamente abbandonati  dai  soggetti che cambiano territorio in cui vivere,  incorporando nuovi elementi dalla cultura che incontrano ma mantenendo caratteri ancora distintivi, almeno per qualche generazione fino a sciogliersi nel processo descritto al primo punto

3) Reazioni di sostituzione o scambio semplice quando una parte scaccia un’altra da un composto sostituendola,  in un processo che corrisponde alla parte finale  del secondo punto

4) Reazioni di doppia sostituzione o scambio quando due parti interagiscono tra di loro e originano due nuove parti diverse da quelle dipartenza anche qui come variante più complessa dei punti precedenti.

Insomma siamo di fronte a fenomeni profondi difficili da prevedere nei vari effetti possibili, come ho cercato di segnalare, seppur a grandi linee sopra,  peraltro non nuovi nella storia del genere umano   ma oggi carichi di elementi di novità anche di tipo spazio-temporale

QUANDO ALLORA SI PARLA DI CITTADINANZA NON SI PUO’, A MIO PARERE, NON TENER CONTO DEI FENOMENI CITATI SOPRA, QUINDI CHE C’ENTRA IN TUTTO QUESTO LO IUS SANGUINIS DI PDELLINA, LEGHISTA E GRILLINA MEMORIA?

Naturalmente ci sono altre parole legate a questo tema  che varrebbe la pena di esaminare meglio come: NOMADISMO,MIGRAZIONI,GLOBALIZZAZIONE (DELLE PERSONE), MESCOLANZA, METICCIATO.