ED ECCO A VOI IL PD+C. PARTITO DEMOCRATICO CRISTIANO.

Pascal Tomaino

DI PASCAL TOMAINO

La Grecia è vicina e non solo geograficamente, probabilmente i soliti contestatori  ciechi e sordi, persone che stanno tra noi e credono di avere la verità dalla loro, colleghi politicizzati fino al dna che credono di aver capito tutto della politica e invece parlano come il potere desidera, e senza neanche che lo stesso li obblighi a farlo, persone che contestano,  anche con toni forti, magari a cena con gli amici, al bar, o quando prendono il caffè ai distributori sul posto di lavoro, hanno molto veleno dentro ma sorridono sempre, vogliono continuare a pensare che bisogna avere modi gentili, diplomatici,  perbenisti e anche illusori.  Non accettano la politica urlata di Grillo ma accettano quella finta che i soliti noti continuano a propinare per nascondere i veri  problemi del paese di cui sono i responsabili, euro a parte.
Da quando c’è lui, il Grillo ex comico, ( non è mai stato un comico vero in fondo…) la gente di cui prima ho descritto i caratteri  non fa altro che sparagli addosso rinunciando a farlo verso tutti gli altri, come se gli altri fossero d’un canto diventati credibili, seri, attendibili.

Forse non hanno assistito alle campagne elettorali del centrosinistra degli anni 90 dove urlavano e insultavano gli avversari, ma forse la gente non si ricorda, o forse siccome l’obiettivo era Berlusconi allora urlare andava bene.
Stanno attenti a tutte le cose che dice, il modo come lo dice soprattutto, come se sostenesse assurdità come se coloro che subiscono i suoi attacchi non ne fossero meritevoli.
Eppure dice ciò che tutti fino a qualche mese fa  sostenevano dei rappresentanti che  hanno  occupato  il Palazzo da anni e che non se ne vogliono andare in nessun modo. Certo, una mano gliel’avete data voi, di che ci lamentiamo?
E’ facile sparare addosso a chi non te la può far pagare, è facile deridere chi dice quello che pensa e nel modo in cui, se avessero le palle, farebbero anche loro.
Invece sono contenti che il movimento si stia sgretolando, sono contenti di poter tornare a credere alle favole  e di chi le sa raccontare bene. Mica però sono bambini che devono addormentarsi pensando che si vivrà tutti felici e contenti, sono adulti e vaccinati.
Ce l’hanno tutti con Berlusconi, l’avrebbero  fatto fuori con le loro mani se avessero  potuto e ora che è quasi scomparso dalla scena, almeno leggendo i dati delle amministrative, e con lui la lega,  mi chiedo, anzi gli  chiedo: di chi è il merito?  Dei candidati del PD? Dell’elettorato che è riuscito ad aprire gli occhi dopo 20 anni?  ( di cui la metà governati dall’ulivo poi DS poi PD) Della dirigenza del partito meno di sinistra di tutti i partiti di sinistra della storia?
Non voglio dare io la risposta, ve la sto chiedendo, voglio vedere dove la vostra fantasia riesce ad arrivare.
Sono mesi che non vedo una contestazione al PD ne ai suoi rappresentanti, dopo la formazione del governo scandalo,  costruito a tavolino solo  per isolare l’unica componente di disturbo alla vecchia politica e per consolidare in voi l’idea che non si può fare a meno di una pesudo dittatura   mascherata da bipolarismo, come negli States.  A differenza che oltreoceano almeno le politiche,  e non la politica, si fanno, il lavoro c’è le cose funzionano e la gente festeggia quando crede che abbia vinto la propria squadra,  ma almeno festeggia per qualcosa.
Per concludere ritengo doveroso da parte di tutti, almeno di coloro i quali sono di sinistra, di ringraziare Grillo per aver fatto in modo che il PDL sparisse. Qualcuno dirà che il PDL è sparito grazie alle condanne, ancora non in via definitiva, del suo leader, ma se facciamo una rilettura degli anni passati notiamo che i processi al Cavaliere, usciti e amplificati prima di ogni campagna elettorale e prima delle varie votazioni non hanno influenzato più di tanto il voto.
Tra l’altro sono tutti contenti che ora la democrazia rischia di sparire.
A giudicare dalla grande assenza alle urne delle ultime  politiche e delle amministrative,  è stata l’astensione provocata dagli attacchi tripartisan (PDL-Pd- e voi)  che il PD ha cantato vittoria.
Un PD che fino a pochi mesi fa era ritenuto un pacco contenente ideologie diverse e soprattutto contenente i  100 e passa franchi tiratori che ancora non hanno fatto outing e che nessuno  ha preteso di sapere chi fossero (io lo vorrei tanto sapere !) un PD comandato da Bildeberg, un PD più democristiano della vecchia DC, con tale esito basterà aggiungere una lettera al PD, un C,  così dopo vari trasformismi  da PCI-PDS-DS-PD avremo di nuovo  PDC  ovvero Partito Democratico Cristiano,  che però a differenza della vecchia DC non potrà stampare moneta  per drogare provvisoriamente un ‘Italia sull’orlo del disastro