QUANTO SEI BELLA, ROMA

DI ELENA CLARKE

Ci sono sere, come questa, che hanno qualcosa di magico. Sono in centro, aspetto, ma non ho fretta. incredibile, qualcuno suona l’arpa: qui, davanti a me, in mezzo alla strada. E d’improvviso, vedo Roma, arriva diretta, in tutta la sua bellezza sfacciata, e la luna e le persone sembrano messe apposta per fare onore a lei, a questa città dalla magnificenza spietata, senza se e senza ma. Ancora non so, non ho capito, se la amo così perché ci sono nata, perché è la mia città o se piuttosto ho avuto – tra mille casi – il destino migliore: quello di nascere qui, nel cuore di ciò che è bello.