PIERLUIGI BERSANI: AMMALARSI DI POLITICA

Gianfranco Isetta

DI GIANFRANCO ISETTA

Appena ho saputo del malore di Pierluigi Bersani, non so perché ma, dopo la preoccupazione per la sua salute, il pensiero è subito corso a quei 101 pusillanimi senza dignità che, votando contro l’elezione di Romano Prodi a Presidente della Repubblica, hanno scientemente creato le condizioni per liquidare politicamente l’allora segretario del PD, 

Mi si obbietterà come non ci sia necessariamente una relazione logica tra i due fatti, e forse sarà così,  ma io non riesco a cancellare dalla mente questa idea. Quando poi guardo alle numerosissime testimonianze di sincera partecipazione per la salute dell’ex segretario PD e ne vedo altre che trasudano di cinismo e ipocrisia, quel pensiero ritorna sempre più forte e mi chiedo se un giorno almeno uno di quei 101 avrà il coraggio di manifestarsi. Ma dubito che potrà succedere. Per ora forza Pierluigi! Anche per il rispetto che merita una persona per bene come te che in questi mesi è stata sbeffeggiata a destra e a manca da molti poveri di spirito e di senso.