DONNE E COLORI DELL’8 MARZO

Simona Cangelosi

DI SIMONA CANGELOSI

Mentre fuori piove, c’è chi è vestita a festa per una serata con le amiche, c’è anche una ragazza di nome Valentina Pitzalis, un bellissimo angelo a cui un mostro voleva spegnere il suo sorriso, che è intenta nel rispondere a tutte le mail ricevute (Un sorriso per Vale ); c’è poi chi aspetta ancora il suo Principe Azzurro, chi lo ha trovato, chi se l’è sposato, chi lo ha solo immaginato diverso da com’era..

Le donne amiche di sempre che si raccontano tutto, si confidano, si aiutano, si sostengono, “le vedi camminare insieme con la pioggia o sotto il sole, dentro pomeriggi opachi senza gioia né dolore”.
Le parole più belle sulle donne le hanno spese sempre gli uomini: cantanti, poeti, politici, premi Nobel. Hanno dedicato la loro esistenza alle proprie madri, alle proprie sorelle, alle proprie figlie. Ed io vorrei, tanto, che gli uomini che ci stanno accanto possano vederci come esseri unici e speciali, perché senza la nostra essenza, loro stessi non avrebbero il dono della vita, quella che noi diamo.