BENIGNI, LA CRITICA E GLI ITALIANI

Luciano Manzalini

DI LUCIANO MANZALINI

C’è chi si preoccupa di sparlare dell’ultimo spettacolo di Benigni in TV e di Benigni in generale, e di conseguenza di quanto guadagni alle spalle di noi poveri italiani che paghiamo il canone. Orbene, io credo che Benigni, come Fazio o la Litizzetto, anche loro spesso presi di mira, possano benissimo non piacere… ovvio… anche a me Benigni non fa impazzire sempre come Fazio o la Litizzetto, per quanto sempre una spanna sopra molti personaggi tv, almeno da parte mia (il discorso è diverso per i libri ed il cinema), però io credo che se cominciamo a criticare loro, ci sarebbe una lunghissima lista di non artisti sopravvalutati e iperpagati da considerare a monte, e che dire dei calciatori? Ma si sa il calcio è sopra le parti… Io credo anche che spesso questo tipo di critica e di dibattito serva anche a passare il tempo, serva un po’ ad allontanare una certa angoscia che spesso attanaglia tutti noi… io per esempio, oltre a frequentare certi social, mi scarico scrivendo, ideando cose, racconti, poesie e canzoni, ma ci sono tanti altri modi per allontanare l’ansia, o almeno provarci: il ping pong, la maglia, una bella camminata, la masturbazione se si è da soli, il gioco delle carte, e via via discorrendo…

lo-stress1