VIAGGIARE: ECCO COME

GAMBARDELLA

DI FLAMINIA GAMBARDELLA

State pensando ad una vacanza e volete prenotare il vostro viaggio online?
Per farlo nel modo giusto, a detta degli esperti, dovreste essere: furbi come un broker, calcolare i tempi con astuzia e comprare quando la domanda è più bassa. In effetti sembra più l’andamento di una Borsa avete ragione, ma pare sia l’unico modo per assicurarci voli e soggiorni super convenienti.
Tentar non nuoce, ecco nello specifico le regole d’oro per farlo:
7 settimane prima:
è il periodo in cui acquistare il biglietto aereo: è allora che, secondo un’indagine del motore di ricerca viaggi Skyscanner i prezzi raggiungono il picco più basso (anche il 49%in meno della media), per poi salire.

dalle 18 alle 7:
scegliete la notte e il weekend per prenotare i voli. “La maggior parte degli acquisti viene effettuata durante la settimana, nell’orario di lavoro” spiega Angelo Ghigliano, country director eDreams Italia: “La richiesta concentrata nelle ore di ufficio, fa lievitare i prezzi”. Al contrario, di notte e nel fine settimana, con il crollo della domanda, aumenta la disponibilità di biglietti a costi accessibili.

5 tentativi:
quando cercate un volo non prenotate al primo colpo. Osservate le proposte delle compagnie e ripetete l’operazione a intervalli regolari per 4-5 volte in un giorno, annotando i prezzi. Se avete tempo, proseguite la ricerca per un paio di giorni: è un sistema furbo per scovare le tariffe più convenienti. Su Skyscanner.it potete anche creare un “avviso prezzi”. Il portale vi avverte ogni volta che il listino del vostro volo subisce una variazione.

14 Giorni:
come le compagnie aeree, anche gli albergatori legati ai grandi motori di ricerca modificano di continuo le loro offerte. Ed è dal 14esimo all’ottavo giorno prima della data prescelta che tendono a ribassare i prezzi. “Il viaggiatore medio italiano prenota nel periodo tra il 21esimo e il 14esimo giorno” spiega Giulia Eremita, marketing manager di Trivago Italia, motore di ricerca con circa 700.000 hotel. “Per questo, dopo il 14esimo giorno comincia un periodo di stallo e l’albergatore tende a rivedere i listini al ribasso per stimolare l’acquisto”.

3° giorno della settimana:
secondo le statistiche, il mercoledì è il giorno in cui volare costa meno, anche fino al 35 per cento. In alta stagione, se potete evitate la partenza al sabato: risparmierete circa il 30%. “Quel giorno partono i voli dei pacchetti vacanze” racconta Marco Cannavale, fondatore Volagratis.it ,“e ciò influisce notevolmente sui biglietti”.

10-20% in meno:
si chiama “roulette”: è una formula con cui nel pacchetto che prenoti non compare il nome della struttura ricettiva. Scegliendola si spende dal 10 al 20% in meno. La ragione? “L’anonimato consente all’albergatore di offrire un prezzo più basso senza modificare le sue altre offerte ufficiali” spiega Marco Cannavale di Volagratis.it.

3 mesi:
se state programmando un viaggio estivo che preveda lo spostamento in aereo, la regola è anticipare. Cercate di prenotare entro marzo: “Fino a questo periodo i prezzi sono più bassi in media del 50%” consiglia il numero uno di Volagratis.it. In primavera cominciano a salire e difficilmente troverete un’occasione migliore (a meno di non sperare in un last minute). Se la meta estiva è oltreoceano, bisognerebbe anticipare la prenotazione entro gennaio. La ragione? Nel 90% dei casi dovrete fare scalo in uno dei principali aeroporti europei, da dove partono anche i viaggiatori di quei Paesi: “I quali, specie in Germania, Inghilterra e Olanda, programmano con largo anticipo le loro vacanze. A inizio anno buona parte dei posti è già occupata e la tariffa da allora non potrà che salire” avverte Cannavale.

mappa-bussola