LA POLITICA È UNA COSA BELLA, INSEGNIAMOLO AI NOSTRI FIGLI

ROBERTO COTRONEO

Non riesco a non pensare al futuro. Non al mio, ma a quello degli altri. A quello dei miei figli. A quello di chi raccoglierà questa eredità difficile che non siamo riusciti a mettere bene assieme. Non riesco a pensare che tutto il passato sia stato un disastro. E che l’unica cosa che debba prevalere sia la rabbia. Non riesco a pensare alla politica come a una variante del populismo, come a qualcosa di indegno, da ripulire. Penso che dovremo insegnare ai nostri figli che la politica è nobile, che va rispettata, che va praticata, perché la politica è una bella cosa è arte della mediazione, cura del tempo, lentezza, comprensione, riconoscimento dell’altro, ideali, verità. E spesso coraggio. So che vado controcorrente. Ma è giusto così.

 

aaa4