L’EDITORIALE.SALVINI VA IN GITA A ROMA

Lucio

DI LUCIO GIORDANO

La contromanifestazione in risposta all’estrema destra di Matteo Salvini, della Meloni e di Casapound è una boiata pazzesca. Punto. Una boiata e una trappola in cui i centri sociali rischiano di cadere.  Intanto,  proprio nella Roma ladrona tanto odiata, Salvini  ha deciso di tenere un comizio . Adesso, va da sè che il leader della lega sia  un prodotto limpidamente mediatico. E’, senza troppi giri di parole  l’ala muscolare di Renzi. Un finto nemico creato ad arte per gridare al pericolo per la democrazia, far crescere la lega nei sondaggi e poi ‘combatterla’ una volta che si andrà al voto. Sondaggi  ai quali peraltro  nessun cittadino dotato di  cervello crede più.

In fondo, a pensarci bene quelli della lega nord,  quattro poveretti disgraziati con scorie di fascismo nell’anima, non fanno paura. Non possono fare paura. Perché sono funzionali  al sistema, come si diceva una volta. Perché sono in combutta con una certa politica. Nient’altro. Salvini quindi terrà un comizio davanti a diecimila persone, forse saranno anche meno, visto che i romani con la giornata di sole che li attende, andranno a farsi una gita fuori porta. Racconterà le solite. stucchevoli storie  che racconta in tv tutti i giorni, più volte al giorno, quindi prenderà l’aereo e se ne tornerà a casa.

Ma è la possibilità che il corteo Mai con Salvini entri in rotta di collisione con l’estrema destra di Casapound , della Lega nord, dei Fratelli d’Italia. il vero problema. Del resto , da certe parti non aspettano altro, per stringere ancora di più le ganasce dell’ordine pubblico. Per dire: ‘vedete, dovevamo intervenire a tutti i costi con la forza’. Strategia della tensione da quattro soldi, vecchia e consumata, inutile nascondersi dietro un dito.

Saranno infatti ben 4 mila i poliziotti schierati per le vie della Capitale,  quasi più di quanti assisteranno al comizio dell’uomo dalle mille felpe. Insomma il rischio vero e che si cerchi un pretesto, un solo pretesto, per accendere la miccia. Il corteo Mai con Salvini eviti  almeno di cedere alle provocazioni. Se ci riuscirà sarà già una bella vittoria.