VISTO DA DESTRA: LE DUE FACCE DELLA MEDAGLIA

Cristina Napolitano

DI CRISTINA NAPOLITANO

C’è chi sostiene siano due facce della stessa medaglia.
In realtà con il governo fanno tre facce della stessa medaglia, quella del tassa e spendi.

Come un fiume carsico stanno per riaffiorare le carte di Cottarelli.
Lo annuncia il ministro Padoan in un’intervista al Corriere in cui, in pratica, annuncia anche che le tasse non diminuiranno perché sono già diminuite in virtù degli 80 euro che “dispiegheranno prossimamente i propri effetti”.
Tornando alle famose carte pare, comunque, non ci sia scritto nulla di sostanziale.

Nulla di sostanziale potrebbe essere la mirabile sintesi di questi tempi di riforme.

«Poco più di un cittadino medio», fanno sapere dal Cremlino.
Poco più della normale dialettica politica il fatto che in Russia gli oppositori muoiano assassinati.

La Pinotti annuncia che: «il periodo che abbiamo di fronte non sarà dei più facili».
Intanto le navi per la Libia sono partite, anzi erano già partite, ora sappiamo che ci sono.

La Madia denuncia un “Sessismo morboso” sulle ministre.
Mi domando se l’attenzione verso i look di Tsipras e Varoufakis sia sessismo morboso pure quello.

64 pagine e neanche un giocatore di calcio né una donna nuda per spiegare agli italiani che il Califfato è bello e li aspetta a braccia aperte?
Che illusi.

Tocca al Papa denunciare la «prostituzione delle cooperative».
La Chiesa non ha, né le si può chiedere di avere, atteggiamenti che spingano alla concorrenza, quindi non bisogna stupirsi del tono generale dell’intervento, che punta come sempre il dito contro il liberismo.
Non è compito di un pontefice minimizzare i rischi di una società spietatamente competitiva però una cosa mi aspetterei anche da lui: l’ammissione del fatto che i modelli capitalisti hanno creato più benessere diffuso degli altri.

“Devo dire che Matteo Salvini non mi è piaciuto per niente. E che la sua operazione, almeno a quello che s’è capito dal comizio di Roma, sta diventando velleitaria e anche un po’ estremista”.
Silvio Berlusconi

Un po’ come la sua in Forza Italia.

Tutto molto bello ma, esattamente, in quale punto quest’Italia seria, responsabile e non eversiva spiega perché – leggi: con quali reali coperture a sostegno dei provvedimenti- non siano da considerarsi sparate pari a quelle dell’impermeabilità ai clandestini oppure all’uscita dall’euro?

Stando ai ragionamenti di chi sostiene che Putin non può avere fatto una cosa così sfacciata, quindi è stato qualcuno che voleva far ricadere la responsabilità su di lui, Falcone e Borsellino li ha ammazzati la Polizia.