LEGA NORD: AUT AUT PER TOSI

Foto Alex

DI ALESSANDRO TROYA

Si è svolto oggi il consiglio federale della Lega Nord che ha visto la conferma, all’unanimità, di Luca Zaia quel candidato per le prossime elezioni regionali in Veneto.
Anche Flavio Tosi ha votato per il governatore uscente, ma questo non gli ha risparmiato l’incompatibilità, a termini di statuto, tra la propria fondazione, Ricostruiamo il Paese, e la Lega Nord.

Il sindaco di Verona dovrà decidere se rimanere in Lega o uscire per mantenere attivo il proprio movimento. Matteo Salvini ha deciso, inoltre, di nominare Giampaolo Dozzo quale mediatore alle segreteria della Liga veneta. Dozzo, trevigiano, già sottosegretario di Zaia al Ministero dell’Agricoltura, avrà l’ultima parola sulle decisioni che riguarderanno le liste regionali e rimarrà al fianco di Tosi fino al termine delle elezioni.

In ogni caso Salvini, durante Porta a Porta in onda questa sera, ha ribadito la sua stima per Tosi, definito una persona in gamba.

Il sindaco di Verona non esce dalla Lega, ma vuole decidere a mente fredda sul da farsi, mal accettando l’ingerenza di Via Bellerio sulla Liga Veneta; vede Dozzo come un commissario imposto da Milano, non come un mediatore. Ogni sua decisione è probabilmente rimandata al prossimo consiglio nazionale veneto in programma per giovedì 5 marzo. Non ha intenzione di boicottare Zaia, ma rimane dell’idea che a livello nazionale è necessario dialogare con tutte le forze di centro destra, senza escludere NCD o il neo movimento di Passera. A livello regionale, invece, è possibile anche correre da soli, in quanto l’elettorato può percepire anche Forza Italia come una forza politica che ha appoggiato, con il patto del Nazareno, il governo Renzi.

http://tribunatreviso.gelocal.it/polopoly_fs/1.10966321.1425315989!/httpImage/image.jpg_gen/derivatives/detail_558/image.jpg
Giampaolo Dozzo e Luca Zaia