CRISI PARMA FC: MANENTI IL GRANDE BLUFFONE

 Umberto Sammarini

DI UMBERTO SAMMARINI

Certo che e’ strano il gioco del calcio, normalmente i tifosi vogliono menare i calciatori perché non giocano ” Bastardi, dovete onorare la maglia che indossate ” A Parma volevano malmenarli per l’esatto contrario. Il solito Lucarelli ha placato gli animi ” Scendiamo in campo per difendere quelle duecento famiglie, che versano veramente in cattive acque ” E cosi’ e’ andata in scena Parma – Atalanta, i ducali hanno giocato discretamente e, guarda un po, meritavano anche di vincere. Certo, non si e’ risolto un bel niente, anzi, le cose stanno peggiorando. Inizialmente, si pensava che il tortellinesco Ghirardi avesse fatto un buco di novanta milioni. Vabbe’, questo e’ rubizzo, considerando il debito iniziale si e’ pappato una media di otto milioni l’anno, lo vogliamo perdonare? Poi i milioni sono diventati centoventisette, adesso si parla di duecento, un po troppi. Il polposo Ghirardi e’ riuscito in una vera e propria Mission Impossible: far apparire Tanzi e Cragnotti come due inesperti praticanti. Ma, un momento, la societa’ non e’ stata rilevata da tale conte Mascetti – Manenti? Certo, durante una serrata trattativa in cui non si e’ badato a spese. Sembra che il Manenti, sia uno degli uomini piu’ ricchi d’Italia. ” Allora, Ghirardi, chiudiamo quest’affare. Quanto vuoi? ” ” Non voglio dare l’impressione di guadagnarci sopra, facciamo due euro ” ” Cazzo Ghira, ci vai giù pesante, facciamo in quattro rate? ” ”  Ho detto che non voglio guadagnarci, nemmeno rimetterci. Cash ” Quando ci sono cifre del genere in ballo, anche l’uomo più ricco del mondo procede con i piedi di piombo. La trattativa procede serrata, fra rilanci e frenate, alla fine si taglia la testa al toro: un euro, ma rigorosamente in contanti. Manenti comincia a tirare fuori monetine, c’e’ un attimo di panico quando la cifra raggranellata si ferma a novantacinque centesimi. Ghirardi fa di no con il capoccione, irremovibile. Alla fine, escono fuori anche i cinque centesimi mancanti, il Parma FC e’ ufficialmente di Manenti, uno degli uomini più ricchi d’Italia. Da dove provengono i milioni di questo facoltoso imprenditore? Sembra, da una fabbrica di non si sa cosa. I soliti giornalisti rompicoglioni si mettono alla ricerca della fabbrica e, purtroppo, la trovano pure. Una specie di casa cantoniera spersa nella brughiera, unica lavoratrice, sicuramente in nero, la cuoca rumena. Per chi cucini, visto che non c’e’ nessuno, resta un mistero. Che Manenti sia un bluff ormai e’ chiaro a tutti, non per niente allo stadio c’era uno striscione di venti metri dove lo invitavano ad  andarsene. Resta il mistero del perché faccia tutti questi magheggi. Ormai, l’unica cosa sicura e’ quella della bancarotta fraudolenta. Povero Parma, Tanzi, Ghirardi e, non c’e’ due senza tre, Manenti.

 

manenti