ALGANEWS POESIA. LE SCOGLIERE DI DOVER

GIANFRANCO ISETTA

DI GIANFRANCO ISETTA

La parola è dispersa
lungo il frangersi e intorno,
eco di una frequenza
che ricama sospesa
come un ramo nell’aria
viaggiando senza foglie.
E ne reclama il suono
lungo i ventagli aperti
delle scogliere bianche.
Il vento la difende
prima della sua assenza.
Poi con l’ultimo battito
posato accanto al mare
si sorteggia vocabolo
atteso per il verso,
sulla schiuma in sospeso,
che ora ne chiede conto.

http://www.tg1.rai.it/dl/images/1331794633764dover4.jpg