JUVENTUS-CAGLIARI 1-1: LA MIA PARTITA DEL CUORE.

DI DARWIN PASTORIN

Juventus-Cagliari, anticipo di campionato, in vista del match  dei bianconeri di mercoledì prossimo al “Santiago Bernabeu” contro il Real Madrid per il ritorno della semifinale di Champions League (andata 2-1 per Madama), è finita 1-1, gol del rientrante Pogba e di Rossettini. La Juve ha festeggiato in casa il suo quarto scudetto consecutivo, i sardi sperano ancora in una disperata salvezza. Ma non è questo. Juventus-Cagliari è la mia partita del cuore.

Perché andiamo allo stadio io è mio figlio (in questa occasione accompagnato dalla sua ragazza, Ilaria): lui è un tifosissimo dei rossoblù. Una passione che gli è stata trasmessa dai nonni materni, sardi della Barbagia. Santiago, così si chiama mio figlio in omaggio al pescatore de “Il vecchio e il mare” di Hemingway, è cresciuto nel mito di Gigi Riva. Ho provato a farlo diventare juventino: niente da fare. Così “questa” sfida è diventata la “nostra” sfida. Si è presentato, ovviamente, con sciarpa e maglietta del Cagliari, ha gioito per il pari e Rossettini è diventato uno dei suoi eroi. Il calcio è meraviglioso anche per questi momenti, infinitamente belli.

Santiago e Gigi Riva