CARO JOVANOTTI, LAVORARE GRATIS NON VA BENE

Marco Sisi

DI MARCO SISI

 

Ho lavorato gratis per due anni, dal 1975 al 1977, l’esperienza mi è servita, ma poi me la sono sbattuta in faccia in varie occasioni, perché in Italia funziona così, caro Lorenzo. Mi è capitato di togliere qualche riga dal curriculum perché dava l’idea di uno che valeva troppo, e quindi costava anche troppo.

Alla fine, dove lavoro adesso, ho dovuto ricominciare dal gradino più basso nonostante un’esperienza trentennale che mi aveva portato ai massimi livelli. O mangiavo la minestra, o restavo fuori dalla finestra. E fuori c’era poco da stare allegri. Sai com’è, gli imprenditori nostrani sono abbastanza restii a ragionare in termini di risorse umane e di investimenti, per loro meno si spende e più utili si fanno. Punto.

Discorsi del genere forse hanno un senso in paesi civili, o in economie che stanno esplodendo come nei cosiddetti BRIC. In Italia, ormai, questa che hai detto ha il valore di una colossale baggianata.

 

Jovanotti: “Sì al lavoro gratis se serve per fare esperienza”

Lavorare gratis? Sì se serve per fare esperienza. La pensa così Lorenzo Jovanotti