PROLOGO PER UN ROMANZO MAI SCRITTO

MANZALINI

DI LUCIANO MANZALINI

Nelle oscure tenebre, nei pressi del cimitero vagava da tempo un essere, una forma oscura come le tenebre, tant’è che solo la fantasia dello scrittore poté distinguerlo in mezzo a quelle tenebre così oscure come lui. Chi fosse nessuno poteva saperlo e i pochi che forse lo sapevano non avrebbero confessato il suo nome nemmeno sotto tortura, tanta era la paura di pronunciarlo. Era un non-morto? Un non-vivo? Un non più presente? Oppure soltanto un testimone dei nostri tempi?

https://www.alganews.it/wp-content/uploads/2015/06/16d9c-11130188_1025629987464863_1085798925806873737_n.jpg