LA STAMPA E I MEDIA SONO COMPLICI E RESPONSABILI DEI DISASTRI RENZIANI

michele pizzolato

DI MICHELE PIZZOLATO

Ieri sera ho visto, per l’ultima volta, Fazio di “Che tempo che fa”. L’intervista a Renzi è la dimostrazione lampante di come stampa e TV abbiano cooperato al disastro di paese che ci troviamo.

NON UNA DOMANDA SULLE MILLE ASSURDITÀ’ DI QUESTO GOVERNO!

– Marino e ristoranti. Chiedere se Renzi ha mai messo sul conto del comune un pranzo con famigliari, no?
– Sanità. Chiedere se sono confermai i 208 tagli degli esami, con qualche esempio no? Chiedere conto della assurdità’ dell’inversione dell’onere della prova fra medico e paziente?
– chiedere perché l’Italia e’ sempre agli ultimi posti nella crescita UE, no?
– chiedere che senso abbia andare da Marchionne in aereo presidenziale a Modena, o a spese pubbliche alla finale di tennis, no?
– chiedere che senso ha, per un partito sedicente di centrosinistra, tagliare la tassa sulla prima casa a chi ha una villa da 4 milioni di euro no?
– chiedere che senso abbia aver votato contro l’arresto di Azzollini e poi aver fatto dimettere Marino no?
– chiedere perché Poletti dopo le cene romane e’ al proprio posto no?
– chiedere che senso ha un parlamento di nominati, o un premio di maggioranza altissimo no?
– chiedere conto della leggina aggira controlli per avere i finanziamenti pubblici ai partiti no?

E mille altre… Invece nulla, compiacenza, spazio per annunci e spot.