MARINO HA COLPITO DURAMENTE LE 4 CATEGORIE DI INTOCCABILI

roberto schena

DI ROBERTO SCHENA

Marino ha cancellato 20 milioni di metri cubi di cemento per 160 proposte di nuove urbanizzazioni da riversare su 2300 ettari di Agro romano. Altri 5 milioni di metri cubi di cemento all’Ex Snia e al Casilino. Ha revocato la delibera sulla valorizzazione delle caserme e ridotto i volumi in altre delibere come quella della ex fiera, da 93 mila mq a 67.500 mq . Palazzinari incazzati.

Marino ha messo il gps alle spazzatrici, ciò consente di razionalizzare il servizio, prima non avevano nemmeno un percorso stabilito da percorrere. Insomma, meno spazzini al bar. E ne ha assunti altri 300.

Marino ha trascritto i matrimoni tra persone omosessuali contratti all’estero, ha partecipato ai gay pride in prima fila facendo ogni volta infuriare il Vaticano, che infatti lo ha sempre odiato a morte, le destre e il governo. E’ la prima volta che un sindaco di Roma manifesta platealmente l’anima laica della città, gli altri erano tutti dei baciapile.re con ammende o licenziarlo, in questo caso hanno trovato dei preetsti

Marino ha imposto la revisione dei tornelli della metro e sperimentato l’obliterazione anche all’uscita (come a Milano), ha aumentato i controlli sui bus e spostato le obliteratrici verso le porte anteriori, dove l’autista “vede”. E’ la prima volta che si prendono provvedimenti contro i tanti che a Roma non pagano il biglietto.

Marino ha cancellato la sanatoria di ben 5mila cartelloni pubblicitari abusivi,
firmata dall’ex sindaco Alemanno.

Marino ha obbligato tutti i dipendenti dell’Atac (trasporti pubblici) a timbrare il cartellino con un nuovo badge elettronico anti-furbetti e soprattutto ha cancellato in un colpo solo tutti gli accordi sindacali siglati dal 1962 a oggi.

Marino ha colpito duramente le 4 categorie di intoccabili: preti, dipendenti comunali, palazzinari e abusivi. Per questo lo hanno cacciato. A mio avvisto, decisivo è stato l’intervento del Vaticano.

14 aprile 2015. Le ruspe abbattono i chioschi abusivi che da anni si erano piazzati sulle spiagge di Ostia, chissà perché tollerati. Un provvedimento di Marino li ha spazzati via in una giornata.

foto di Roberto Schena Michele.