UN MATRIMONIO DEVE AVERE STORIE DA RACCONTARE

giovanni battaglia

DI GIOVANNI BATTAGLIA

Sembra una coppia ordinaria, serena e tranquilla quella composta da Joel Cohen e Frances McDormand due rilassanti premi Oscar che, seduti su due poltroncine rosse raccontano la genesi del loro amore e di alcuni dei capisaldi della cinematografia mondiale.
Sono entrambi gli antidivi per antonomasia, Frances lo dichiara apertamente poco prima di entrare in sala “non amo avere fans e tutti gli aspetti del divismo non mi interessano”
Al loro colloquio con il pubblico alla festa del cinema di Roma, il primo di una lunga serie di incontri che saranno una parte centrale di questa decima edizione, Joel parla della loro prima volta durante il casting di Blood Simple.
“Ci siamo conosciuti 31 anni fa a New York mentre io Ethan stavamo facendo il cast per il nostro primo film e non riuscivamo a trovare l’attrice che ci andasse bene…poi abbiamo incontrato Frances e l’abbiamo immediatamente scelta”
“In realtà avevi offerto quella parte ad un’altra attrice” ribatte Frances tra le risate del pubblico al battibecco tra sposi…
“Non è vero, la parte l’avevamo quasi assegnata…non eravamo sicuri…comunque da quel momento ho scritto ruoli per te!” ribatte calmo Joel “Avevamo chiesto a Holly Hunter di fare provino ma poi ci disse che non avrebbe potuto fare il film perché aveva un altro impegno così lo propose a te che eri la sua compagna di camera”.
“Quando entrai nella sala per il provino” dice Frances “vidi, Joel seduto insieme a Ethan e su un tavolo un posacenere ricolmo di cicche…dopo un po’ mi hanno detto di tornare alle 2 di pomeriggio ma io risposi: Non posso perché il mio ragazzo ha avuto una piccola parte in una soap e gli ho promesso di guardarla…Allora Joel disse: alle quattro va bene lo stesso?
ed io dissi che sarebbe stato perfetto e così tutto è iniziato”
“Imparate a dire dei No!” dichiara Frances rivolgendosi al pubblico… “Joel mi dice sempre che mi hanno presa per quel ruolo che mi ha cambiato la vita solo perché ho rifiutato il primo appuntamento.
Sono risultata interessante e anche di grande lealtà, non trovate?”
“Quando lessi il copione realizzai che in una scena sarei stata nuda perché mi dovevo alzare dal letto dopo aver fatto l’amore; questa cosa mi tormentava e dissi a Joel che non credevo di essere all’altezza…lui però mi tranquillizzò dicendomi non ti preoccupare, per noi è più importante la violenza che il sesso Allora pensai: Mi posso fidare di quest’uomo per sempre, nel bene e nel male”
Durante L’incontro vengono mostrate delle clip di film, si parte ovviamente da “Blood simple” l’inizio di questa splendida avventura, per passare attraverso “L’uomo che non c’era“, “ Arizona Junior”, “Crocevia della morte”, “Fargo” sono tutti film scolpiti nella mente dei partecipanti a questo incontro e rivedere Frances nelle sue interpretazioni è emozionante.
Quando le viene domandato quale sia il segreto della loro relazione Frances risponde sorridendo dopo un attimo di incertezza di Joel “ Il segreto è avere storie diverse da raccontare. Un matrimonio perchè possa durare 31 anni è necessario avere molto di cui parlare”.


imagesZCHYGL0O