IL METODO RENZI: CREARSI NEMICI, OVUNQUE

udo gumpel

DI UDO GUMPEL

Il metodo Renzi. Non mi era dispiaciuto, all’inizio. Rottamare il rottamabile. Cambiare una classe – si fa per dire dirigente ma era piuttosto “mangiante” – con metodi ruvidi ruspanti rignanani. Tudo bem.
Di resistenze ve ne erano. Meno mi era piaciuto come vennero trattati vecchi gentlemen come Bersani, uno dei pochi che c’avevano provato, con le lenzuolate, poi purtroppo ritirate in parte sotto pressione dei tassisti romani. Voglio essere obbiettivo. L’abolizione dell idiotissimo bicameralismo “perfetto” mi pare una gran bella cosa, il Jobs Act pure una riforma nella direzione giusta, monca, ma giusta – la riforma elettorale un po’ meno.

Ora il problema comincia a vedersi pero’: sono meno gli obbiettivi ma piuttosto i suoi modi spicci che gli creano ormai eserciti di nemici, spesso ex-amici.
Per ottenere da Bruxelles e i 18 partner dell’Euro il permesso retroattivo di seppellire i 200 mld di crediti inesigibili – per un totale di 330 mld di crediti tra persi e quelli che chiamano simpaticamente “incagliati” – scatena una guerra nucleare contro coloro che gli hanno finora permesso tutto, come gli hanno ricordato giustamente Juncker e Moscovici.
Renzi fa saltare i nervi, perche l’Italia ora chiede ora la Bad Bank della quale necessita’ tutti i governi italiani hanno stranegato dal 2009 fino a ieri mattina il bisogno. Verissimo, altri paesi hanno sostenuto e salvato banche con denaro pubblico. La Germania con piu di 125 mld a conti fatti, con una garanzia iniziale di 460 mld. Ma in tempi che tutto questo era permesso dagli accordi. Noi che abbiamo memoria sappiamo che ogni volta che si toccava il tema ai vertici europei, Roma (Berlusconi, Monti,Letta) negavano di necessitare un salvataggio bancario.

A fine 2013 la finestra di opportunita si e’ poi chiusa: il bail-out fu vietato, tutti d’accordo, tutti mettevano la firma sotto l’accordo. E l’Italia? Ha firmato a sua insaputa? Costretto con la pistola alla tempia?
Aveva gia problemi giganteschi ma li negava, negava: negava che all’Inferno fa caldo, come si usa dire in tedesco: leugnen dass es in der Hölle heiss ist.

E ora salta fuori il segreto di Pulcinella. Il problema di Renzi: Da Padoan a Draghi, tutti lo conoscevano. Smottano determinate banche, ben note. Perche’ ora? Perche la Bce ha chiesto un aggiunta di informazioni – a tutti.
E se gli altri hanno fatto pulizia nei bilanci gia 7 anni fa, quando era permesso, solo l’Italia non l’ha fatto. Non ci sara’ ora un’alleanza “del sud povero e emarginato” contro il “nord arrogante e cattivo”, perche’ Roma e’ rimasta sola. Bel successo.
Ora Roma chiede di “riaprire i termini”, ovvero di annullare cio’ che nel resto del mondo si chiama “Deadline” – linea della Morte.
Da aggiungere una sola nota: mettere l’amico Calenda come Ambasciatore a Bruxelles e’ una scelta che gli mette contro il corpo diplomatico intero: a Bruxelles si tratta, si cerca il compromesso, sempre. Le maniere forti non sono apprezzate, per niente. A parte dei modi: Renzi non ha in mano niente, tranne la grande storia. La sua “tremenda” arma di ricatto di bloccare i soldi alla Turchia x aver ancora piu flessibilita(=cash) significa solo mettersi la zappa sui piedi. Se la Germania dovesse chiudere le frontiere ai profughi, dove rimarrebbero tutti? In Italia e Grecia. Vorrei vedere che cosa si inventa quando al Brenner accampano decine di migliaia di profughi che L’Austria non farebbe piu passare perche la Germania chiude: Ma forse Renzi non sa che l’80% dei profughi arrivati si in Italia nell’arco di 10 gg hanno gia lasciato il paese.
E ora che si messo contro anche i Servizi data la nomina di un altro amico a capo della Cybersecurity non glielo diranno neanche piu.
Resta la sua fortuna: la statura politica dei suoi avversari.