LA RIVINCITA DELLA “VECCHIA” MUSICA

fabrizio falconi

DI FABRIZIO FALCONI

 

Questo mi sembra un dato interessantissimo. In sostanza, la musica ‘vecchia’ (più vecchia di 18 mesi) batte la musica nuova, cioè le novità le nuove uscite, ed è la prima volta che succede.
Vuol dire molto, sotto molti aspetti. Ed ho idea che molto presto succederà anche nell’editoria cartacea di libri (se non sta già succedendo).
In effetti se il gusto contemporaneo si liberasse dal giogo del tritacarne delle novità – un gioco al massacro inconsistente – e cominciasse a rivalutare quello che già esiste e che magari è passato del tutto inosservato, o già “metabolizzato”, consumato e digerito, sarebbe un bene per tutti.
Musica e libri non sono saponette o confezioni di pomodori pelati.
Qualcuno dovrebbe pur dirlo, prima o poi. Anche qui, nel nostro paese.