IL DIRITTO ALL’INTERRUZIONE DELLA GRAVIDANZA MESSO IN FORSE IN ITALIA

fratoianni-

DI NICOLA FRATOIANNI

Sui diritti delle donne e dei medici non obiettori avevamo ragione noi.
Una sentenza del Consiglio di Europa ha stabilito, infatti, che in Italia l’interruzione di gravidanza non è garantita alle donne e che i medici non obiettori vengono discriminati.
Ci sono territori in cui i medici obiettori raggiungono addirittura il 90%, senza che lo Stato intervenga a garantire il rispetto della Legge 194.
L’unica risposta, fino ad ora, del Ministero alla Salute è stata “non mi risulta“.
Cara Ministra Lorenzin, purtroppo, risulta alle donne e ai medici non obiettori, costretti a condizioni inaccettabili in un momento per altro già abbastanza complesso e doloroso.
Il governo rispetti subito la sentenza e garantisca il rispetto dei diritti.

foto di Nicola Fratoianni.