PASSEGGERI NOTTURNI, IL NUOVO LIBRO DI CAROFIGLIO

ELENA PINTORE

DI ELENA PINTORE

Cosa accomuna vicende drammatiche, situazioni esilaranti, soluzioni di vita pratica, temi filosofici, aneddoti d’infanzia? L’essere temi differenti presenti nella stessa opera. E c’è molto altro nelle 98 pagine che racchiudono il nuovo libro di Gianrico Carofiglio.
Lo scrittore (e politico) pugliese, ritorna con il libro PASSEGGERI NOTTURNI, edito dalla Einaudi,  composto da  una raccolta di 30 racconti di pregevole fattura che intrattengono il lettore pagina dopo pagina, storia dopo storia.
La narrazione, efficace e scorrevole, cattura l’attenzione del lettore e ne distende l’animo, suscitando la sensazione che si prova durante un viaggio in treno, osservando incuriositi i volti e i modi di essere dei passeggeri, immaginando le loro esistenze,  mescolando la fantasia e la logica.
Chi di noi non si è trovato in una simile situazione? Cogliere un frammento di quotidianità, un’ esperienza, uno spaccato di vita di estranei che incrociano temporaneamente la nostra esistenza.
Brevi storie che contengono leggende metropolitane, aneddoti di vita mondana e confessioni deposte in tribunale catapultano il lettore da un’episodio reale che sembra correre sul filo dell’immaginario ad un altro a dir poco surreale.
Vi trovano spazio il bullo della scuola, umiliato e offeso dal timido secchione, il protettore in balia delle sue stesse paure, una navigata signora avvolta nella sua nuvola di Opium che a costo di apparire ridicola non intende cedere il passo all’età che avanza, e poi ancora la versione moderna del poliziotto buono e di quello cattivo. Sono solo alcuni dei personaggi che vengono catturati dallo sguardo attento dello scrittore, annotati nel corso degli anni in previsione di inserirli all’interno di un libro.
Poco importa se la finzione e la realtà sembrano confondersi , la compagnia che ne deriva dai personaggi descritti con minuzia di particolari è davvero gradevole, perché come scrive lo stesso Carofiglio citando Chesterton “Le fiabe non servono a spiegare ai bambini che i draghi esistono, questo i bambini lo sanno già, le fiabe servono a spiegare che i draghi possono essere sconfitti”.
Bibliografia
Gianrico Carofiglio, magistrato dal 1986, ha lavorato come pubblico Ministero a Foggia e come sostituto procuratore alla Direzione distrettuale antimafia di Bari .
Il suo primo romanzo è Testimone inconsapevole del 2002, con il personaggio dell’avvocato Guerrieri

foto di Elena Pintore.