L’ITALIA PAGA PIU’ PERDITE DI TUTTI IN CONTRATTI DERIVATI DI STATO

Filippo Barone

DI FILIPPO BARONE

Repubblica. Eurostat dice che siamo il paese che paga più perdite in contratti derivati di Stato: una montagna di 168 miliardi di euro (ma non si può escludere che siano di più) che qualche esperto noto ha vantato a riprova delle sue estreme capacità finanziarie (e noi ci crediamo ciecamente). Ci costano oltre 4 miliardi all’anno, ma i calcoli dicono che la media andrà oltre i 6 miliardi all’anno. Quando gli altri stati pagano e pagheranno il debito a tasso zero, noi sborsiamo e sborseremo quasi il 4% di tassi. Ovviamente quei contratti sono coperti da segreto di Stato, a differenza che in altri Paesi. E chi li ha fatti riceve premi bancari. L’atteggiamento dei responsabili e il confronto con i dati mi fanno associare il Ministero del Tesoro a quell’aria che respiravo prima che scoppiassero Banca Etruria, Popolare Vicenza, Parmalat. Ora come allora, io quei soldi gli toglierei pro quota a tutti quelli che vietano di parlarne costruendo la propria carriera su una omertà consapevole e quindi complice. Ps. Se ne sappiamo qualcosa è grazie ad alcuni giornalisti e qualche esperto. E se ne siamo aggiornati è solo grazie alla perseveranza del Movimento 5 Stelle.