INDIANA, GIOCHI FATTI ANCHE PER TRUMP CHE SEMBRA AVER CONVINTO L’ESTABLISHMENT REPUBBLICANO

Università degli Studi del Molise

DI ALBERTO TAROZZI

Insignificanti dal punto di vista dei voti, ma forse decisive dal punto di vista politico, le primarie dell’Indiana.

Non tanto per i Democratici: i giochi per Hillary sono già fatti e la vittoria a sorpresa di Sanders significa solo maggiori difficoltà per Hillary, nel conservarsi amici tutti gli elettori democratici al momento dello scontro finale per la Casa Bianca.

E’ soprattutto in casa repubblicana che le cose cambiano. Cruz perde e si ritira, nonostante ritenesse a lui favorevole uno Stato ad alta presenza di un elettorato evangelico.
Ma al di là di tutto è l’establishment repubblicano (rappresentato dal così detto Gop), a dare per la prima volta, semaforo verde a Trump.
Più che Cruz Donald temeva infatti il veto del suo partito pronto a coagulare contro di lui l’oltre 50% di presunti non-votanti-Trump, per convogliarli su altro nome, magari quello di un candidato ombra finora estraneo alla competizione.
Ora questa eventualità pare dissolversi; il Partito si è espresso per Trump e la strada sembra effettivamente spianata.

Adesso tutte le scommesse si riversano sul duello Trump-Clinton e qui nulla appare scontato.

Usa 2016, Trump vince anche in Indiana e Ted Cruz si ritira: strada spianata per la nomination -…

E’ rimasto solo Donald Trump e ora il partito repubblicano cerca di trovare l’unità per vincere le elezioni di novembre. Tra i democratici Sanders spera ancora di…

tgcom24.mediaset.it