AD AMATRICE, UNA OMELIA CHE LASCIA PERPLESSI

LANFRANCO TURCI

DI LANFRANCO TURCI
Una omelia che lascia perplessi.
Subito la frase sembra convincente e aderente al sentimento di protesta per le inadempienze e il malaffare che stanno emergendo anche da queste vicende drammatiche del terremoto di Amatrice.
Ma poi uno ci ripensa e si domanda a quale naturalismo paganeggiante possa ispirarsi una frase come questa detta ai funerali di AMATRICE dal vescovo di Rieti.
” I terremoti esistono da quando esiste la terra. I paesaggi, le montagne, l’acqua dolce, tutto è dovuto ai terremoti. Neanche l’uomo esisterebbe senza i terremoti, il terremoto non uccide. Uccidono le opere dell’uomo”, dice monsignor Pompili.

Risultati immagini per MESSA PER FUNERALI AD AMATRICE