LA VECCHIA SINISTRA CONTRO IL TRADITORE BENIGNI

DI ERNESTO BASSIGNANO

ERNESTO BASSIGNANO

La vicenda umana politica e culturale del mio vecchio amico Benigni, che 50 anni fa era attore di mia sorella e la Poli al Beat 72 e veniva a farmi da ospite al Folkstudio…si presta ad una doverosa considerazione: il “fantasma del tradimento” era e – vedo- continua ad essere tristemente terreno fertile solo della vecchia sinistra. Come mai ? Ma soltantoe sempre a causa dell’ antichissima e inestirpabile radice stalinista connaturata ad essa, radice che impone la radicale soppressione di ogni pensiero critico di tipo liberale in favore dell’ idea stessa di militanza. Un vizio storico e ancestrale per cui l’ ex amatissimo Robertino…” ha tradito per soldi e prebende, servo del potere e della finanza come il suo giovane e corrotto padroncino toscano come lui!” Meno male che oggi almeno non c’ e’ piu’ il plotone d’ esecuzione per il reprobo, ma solo l’ insulto mediatico piu’ classico: quello nascosto dietro un dito sul cellulare.