CALCIO QUI ROMA – TRAVOLTO 3-1 IL SASSUOLO, LA CORSA CONTINUA

DI MIRKO EMILI

mirko-emili

Si pensava che la partita di questa sera rappresentasse la prova del nove per i giallorossi, e infatti è andata proprio così. Una prova di maturità superata con riserva, perché se è vero che il risultato è bello pieno, 1-3, il primo tempo resta quasi sconcertante. Poco pressing, poca voglia, giocatori che vagavano per il campo e, in generale, poco movimento in attacco. Nel secondo tempo cambia un po’ la musica: Salah comincia a puntare l’uomo, Dzeko acquisisce un po’ più di cattiveria ed El Shaarawy torna ad essere il giocatore indiavolato delle ultime partite. Il bosniaco sembra un altro calciatore rispetto a quello dello scorso anno e, con la doppietta di oggi, dopo sole 10 giornate di campionato, è il capocannoniere della Serie A con dieci reti. Poi c’è un aspetto quasi macabro nella Roma: al 79′ (ri)entra Rudiger -out da giugno scorso per un infortunio al crociato- e, dopo due minuti esatti, Florenzi resta a terra dopo uno scontro di gioco. Scontro che, a primo impatto, sembrava innocuo ma le facce dei compagni di squadra hanno fatto pensare subito al peggio. Uscendo dal campo, Spalletti si è avvicinato al talento di Vitinia: “Come stai Ale?”, il numero 24 ha replicato: “Mister, mi sono fatto il crociato”. Bisogna aspettare le analisi che il nazionale italiano farà nei prossimi giorni, ma se la sua impressione a caldo sarà confermata, la maledizione crociati di Trigoria continuerà.