QUI ROMA. VINTO IL DERBY (GRAZIE A WALLACE) ORA TESTA AL MILAN

DI MIRKO EMILI
mirko-emili
Il derby di Roma è storicamente una partita brutta: zero calcio, zero tattiche e tanto agonismo. Di solito ci pensa l’ambiente a renderlo il più bello d’Italia, quest’anno, invece, ancora una volta, è mancato proprio quell’ambiente che lo ha sempre reso magico e lo ha sempre contraddistinto da quello di Torino e Milano.
Il primo tempo ha visto Roma e Lazio bloccate, ferme a centrocampo, che si sono quasi annullate. La Lazio nei primi venti minuti ha provato a prendere il sopravvento ed ha schiacciato la Roma nella sua metà campo, ma non è riuscita a far fruttare la sua supremazia territoriale con un gol. Nel secondo tempo la partita resta equilibrata, a un certo punto però, Wallace decide di regalare il pallone davanti alla porta a Strootman che non si fa pregare e con un pallonetto supera Marchetti. La Lazio si scioglie e subisce anche il secondo gol con un tiro dalla lunga distanza di Nainggolan.
Ora le cose si fanno serie, la corsa continua e la prima partita di questo terzetto devastante – Lazio, Milan e Juventus – è ormai alle spalle. Gli uomini di Spalletti stanno raggiungendo nuovamente una piena consapevolezza dei propri mezzi, cosa che storicamente è sempre mancata alla squadra capitolina. Il Derby è passato, ora sotto con Milan e Juve.