IL NUOVO ANNO DA GUARDARE DRITTO NEGLI OCCHI

DI NICOLETTA GRIFONI

grifoni-nicoletta

Le immagini dei bambini di Aleppo e delle loro madri. Corpi coperti da un lenzuolo sulla più bella promenade d’Europa, fiori e candele a terra in un mercato di Natale. La lunga litania dei nomi di donne soppresse per ” amore”. La storia non sarà benevola con questo 2016 ma soprattutto con noi che avremmo potuto fare e non abbiamo fatto. Avremmo potuto dire e non abbiamo detto. E poi gli occhi di chi in pochi secondi ha perso una persona o un mondo di affetti contenuto in una casa. Lo stordimento di sentirmi precaria su una superficie in tempesta. Mi porterò nel nuovo anno la forza di sfide che non pensavo di dover affrontare e che ho superato. Il caldo di tutti i miei affetti, il freddo di chi ha girato le spalle senza salutare. Io non mi giro. Guardo l’anno che arriva dritto negli occhi. Sono qui, vulnerabile e senza paura. Combatterò, come ho sempre fatto.