QUI ROMA – LA ROMA SBANCA LA DACIA ARENA

DI MIRKO EMILI

https://alganews.wordpress.com/

mirko-emililogo-alga-2

Non era una partita facile, e così si è dimostrata. Poteva essere più facile se Dzeko, nel primo tempo, avesse segnato il rigore del 2-0 invece di tirare il pallone fuori dallo stadio. Tre punti sudati e combattuti fino al 93’. Molti imputavano alla Roma di non saper vincere queste partite: quelle “sporche”, quelle che vanno affrontate come fossero delle battaglie, e invece la Roma sta smentendo tutti, perché da qualche settimana sta vincendo tutte le partite così.
Dalla partita di oggi la Roma torna a casa con parecchie note positive: Totti, Strootman, Nainggolan e Szczesny, Il primo, il Capitano, entra in campo e infrange un altro record, 25esimo anno solare nel calcio che conta. Strootman è tornato, finalmente, dopo l’ennesima partita giocata ai suoi livelli lo possiamo dire: bentornata lavatrice! Oltre a fare giocate di grande sostanza in mezzo è l’autore dell’assist del primo gol. Nainggolan corre, lotta e segna pure. Un gladiatore vero, combatte e sdradica palloni a tutti i giocatori bianconeri e, per non farsi mancare niente, segna anche il gol dell’1-0 della Roma. Solo applausi per lui. Szczesny, punto. Ormai basta scrivere il suo nome per risolvere tutti i problemi. Tutti i romanisti sono più sicuri con lui tra i pali, con il polacco non passa più niente.
Poi, però, arrivano le note dolenti che è una sostanzialmente: Edin Dzeko. Non preoccupa il rigore calciato male con il pallone che è arrivato in Austria, no. Preoccupa l’atteggiamento che il bosniaco ha tenuto dopo. Il centravanti bosniaco ha accusato troppo il colpo e non è riuscito a reagire all’errore dal dischetto. Questo è indice della sua scarsa personalità, ma forza Dzeko!