A PROPOSITO DEI PROVVEDIMENTI DI TRUMP

DI MARCO GIACOSA
MARCO GIACOSA
Torino, bar.
Ore 11, notiziario radio che riporta la frase di Trump: «Non è un provvedimento contro i musulmani».
Mi scappa a voce alta: Noooo – con sarcasmo.
Barista: Ma questo è scemo?!
No, purtroppo no.
B: È matto, a fare una cosa del genere.
Segue breve dissertazione su quanto siano letteralmente sconvolgenti questo e altri provvedimenti, quanto sconvolgano la vita quotidiana, lavorativa, professionale e affettiva di milioni di persone.
Quindi conveniamo, proviamo il medesimo sentimento, questo mi è dato pensare, quando all’improvviso B dice: «Dovremmo farlo noi qui».
Prego?
Intanto era entrato da qualche secondo un fornitore con alcune confezioni di latte, ascolta e interviene: «Dovremmo farlo noi qui in Europa, non lui in America. Anzi nemmeno in Europa, noi in Italia, che siamo coglioni e facciamo entrare tutti».
B gli va dietro: «Sì, qui in Italia è da fare, non negli Stati Uniti».
«Noi italiani siamo i più coglioni di tutti», ribadisce dice il fornitore.
Poi fa «Ebavve’», e se ne va.
Evabbe’, dice B, mentre pago.
Evabbe’, i capelli diritti, io, mentre esco.