POLETTI: VIA LIBERA ALLA SOCIAL CARD PER 400MILA FAMIGLIE

DI CHIARA FARIGU

E’ in dirittura d’arrivo la social-card per circa 400mila famiglie italiane che vivono uno stato di estrema povertà. Ad annuncialo il ministro del lavoro, Giuliano Poletti: “Si passerà dal welfare dei sussidi a quello delle opportunità”, ha detto spiegando che l’importo previsto va dai 400 ai 480 euro mensili nel rispetto dei requisiti d’accesso. Per questa “nuova opportunità” sono stati stanziati circa due miliardi, considerando anche le risorse europee che dovrebbero far fronte alle prime necessità del 50% delle famiglie indigenti, con figli a carico, che l’Istat ha quantificato in 4, 6 milioni. Mentre oltre un quarto della popolazione è a rischio “esclusione sociale”. Una tessera dunque se non per contrare, almeno per tamponare situazioni di estrema necessità per un milione e 770mila individui.
Tra i requisiti richiesti, (sarà il decreto attuativo a definire la soglia di povertà assoluta) “la persona dovrà impegnarsi a garantire un comportamento responsabile, ad accompagnare i figli a scuola, a sottoporli alle vaccinazioni e a seguire corsi di formazione oltre che accettare eventuali proposte di lavoro”.
Dopo l’approvazione del Senato, previsto per domani, e dopo il SI’ del Parlamento, verrà varato un decreto attuativo in tempi strettissimi, assicura il ministro. Il provvedimento riguarderà famiglie italiane e straniere che risiedono in Italia da almeno cinque anni.
Parallelamente al Piano contro la povertà il governo sta lavorando ad un decreto per riscrivere le regole dei voucher, confrontandosi anche con le OO.SS. per venire incontro alle loro richieste, in particolar modo con la CGIL, tenacemente convinta a seguire la via del referendum per la totale abolizione