DEFINI’ LE DONNE “PIU’ DEBOLI E MENO INTELLIGENTI”: SOSPESO EURODEPUTATO POLACCO

DI CHIARA FARIGU

“Le donne sono più deboli e meno intelligenti, è giusto che guadagnino meno degli uomini”: si espresse con queste parole poco onorevoli e palesemente razziste l’eurodeputato polacco Korwin-Mikke, nel corso del “Salary gap” tenutosi al Parlamento europeo qualche settimana fa. Affermazioni che fecero il giro del web suscitando l’indignazione delle donne, e non solo, anche perché il deputato non era nuovo a questo tipo di boutade sessiste e razziste.

Il presidente Tajani stigmatizzò l’episodio e annunciò sanzioni. Che sono prontamente arrivate oggi: perdita dell’indennità giornaliera di 306 euro per 30 giorni, sospensione da tutte le attività parlamentari per 10 giorni ed il divieto a rappresentare il Parlamento agli eventi esterni. “La severità delle sanzioni è commisurata alla gravità delle dichiarazioni del deputato. Non intendo tollerare un simile comportamento, ancor più inaccettabile in quanto espresso da chi dovrebbe rappresentare i popoli europei con dignità. Offendendo tutte le donne, l’eurodeputato ha mostrato di disprezzare i nostri valori fondamentali”, ha detto Tajani in un comunicato per motivare la sanzione. A rincarare la dose, la risposta dell’eurodeputata socialista Iratxe Garcia Perez, che ha replicato: “So che fa male e la preoccupa sapere che oggi le donne possono rappresentare i cittadini come voi. Vengo qui per difendere le donne europee da uomini come lei”.
Ogni altro commento sarebbe superfluo. Ad eccezione di uno: l’interdizione da tutte le attività parlamentari sarebbe stata più adeguata. Proprio perché recidivo

L'immagine può contenere: 1 persona