IL SENEGALESE MORTO AL PIGNETO A ROMA, IN AZIONE I RAZZISTI DELLA TASTIERA


DI PAOLO BROGI

Il testimone dice che il senegalese è morto accasciandosi sul maciapiede. I suoi amici dicono che era inseguito da una moto dei vigili. Il comandante dei vigili spiega che non c’è stato contatto diretto.
Ciò detto il senegalese è morto, assai malamente, lasciando una grossa macchia di sangue per terra. E lascia due figli, al Pigneto. Ma interessa a qualcuno? Non mi pare, ho appena letto 93 commenti nella pagina online di Repubblica, uno più becero e razzista dell’altro. Attaccano anche Mauro Favale, il cronista, sono spietati. Lettori di Repubblica. Leggerli per credere.
Altro che vigili investitori. I razzisti della tastiera sono i veri aggressori.

Risultati immagini per IL SENEGALESE MORTO AL PIGNETO A ROMA,