REMOCONTRO. LA VISPA THERESA PER NIENTE GIULIVA

DI ENNIO REMONDINO

https://alganews.wordpress.com/

Theresa May con toni sull’isterico accusa politici e burocrati europei di voler influenzare il risultato delle elezioni britanniche dell’8 giugno, che il suo partito conservatore spera di vincere.
Niente castigo, ma Londra onori impegni, replica l’Ue con conti in mano da far paura. I soldi che il Regno Unito dovrà versare ai 27. Finora si parlava di una cifra intorno ai 50, 60 miliardi di euro, ma il FT ipotizza un conto molto più salato, a 100, ed il Brexit si fa amaro.

Per fortuna che c’era il Fair Play britannico. Decisamente aggressiva Theresa May quando, facendo finta di fare la premier, apre di fatto la campagna elettorale per il suo partito conservatore. Perfida Bruxelles. In Downing Street la May dichiara che “alcune persone a Bruxelles vogliono sabotare i negoziati tra Londra e la Ue ancora prima che inizino”. Peggio, “atti commessi per influenzare il risultato delle elezioni politiche dell’8 giugno”. La Spectre dell’Unione?
La May non ha specificato chi siano i suoi oppositori in Europa, e che tipo di influenza sperino di avere sul voto britannico. Una signora un po’ tesa pareva Theresa.

CONTINUA SU:

http://www.remocontro.it/2017/05/04/la-vispa-theresa-niente-giuliva/