L’ALLEGRA (AHIME’) BRIGATA DI RENZI, BERLUSCONI E SALVINI SUI VOUCHER E ALTRO

DI MANUELA PALERMI

Ricordatevi e ricordate a tutte e tutti quando si andrà a votare che siamo nelle mani di imbroglioni incalliti. I voucher, titolano i giornali, passano in parlamento grazie ai voti del Pd, di FI e della Lega. Cominciamo da quest’ultima, la Lega di Salvini, quello che s’è travestito da operaio contro la (pessima) riforma della Fornero sulle pensioni e che ora, votando sì ai voucher, toglie la possibilità di avere un giorno la pensione a milioni di lavoratrici e lavoratori costringendoli al più schifoso precariato. Su FI non c’è da spendere parola. Pur di tornare al governo, soprattutto insieme al Pd, voterebbe persino le sputacchiere. Il Pd ha compiuto il capolavoro renziano, s’è spostato a destra più di Berlusconi e della Lega. Prima ha abrogato i voucher per impedire il referendum su cui sono state raccolte più di tre milioni di firme. Una volta ritirato il referendum, li ha reinseriti su ordine del padronato cambiandogli il nome. E Renzi dichiara che lui non c’entra niente, che è una decisione del governo Gentiloni! No, non è una barzelletta, è la verità. Che poi Pd, FI e Lega sperino in un voto contrario parlamentare che faccia cadere Gentiloni per riprendersi con le unghie e con i denti le poltrone di governo e parlamento, è una indegna sceneggiata tutta giocata sulle spalle delle lavoratrici e dei lavoratori italiani. Stiano attenti, nessuno dimenticherà.

Risultati immagini per VOUCHER E ALTRO