DI FRONTE AI FATTI QUOTIDIANI E’ UTILE NON AVERE CERTEZZE

DI TONI CAPUOZZO

https://alganews.wordpress.com/

Ce ne sono ogni giorno. Ne segnalo qualcuna, oggi.
– E’ stata uccisa Ayse, la ragazza con la sciarpa rossa, combattente curda ritratta anche da Zerocalcare. Basterà a far dire che non tutte le guerre sono uguali ? (La “sua” guerra, ad esempio è stata più pulita dei bombardamenti americani e russi)
-Celebrato a Parigi matrimonio postumo tra poliziotto ucciso ad aprile sui Champs Elysee e il suo compagno. Basterà a far capire che la difesa dei valori occidentali è, in piccola parte, anche questo, e che il terrorismo non è – non è solo – la reazione agli errori dell’Occidente ?
– Il presidente nazionale Antimafia e Antiterrorismo fa proposta semplice: un ufficiale di polizia giudiziaria a bordo di ogni nave ONG. Basterà il buon senso ad accantonare polemiche ideologiche ?
– Provate a comprare un biglietto Altalia per Pantelleria. E confrontatelo con i 180 auro che i norvegesi chiederanno per andare a New Tork. Basterà a spiegare la fine di Alitalia ?
– Molti continuano a polemizzare su addio Totti. A me, basta e avanza che abbia sdoganato un fatto: un padre può piangere davanti ai figli, e restare grande. Basterà a capire qualcosa che va oltre il calcio ? Non bastasse, leggetevi la lettera di Nicola, l’allenatore del grande Crotone, al figlio quattordicenne morto in un incidente stradale. Il calcio sa essere metafora della vita, e della morte.
– Goldman Sachs, la banca d’affari per cui ha lavorato Macron, compra a prezzi stracciati 2,8 miliardi di dollari di bond venezuelani. Mossa di sostegno al governo antimondialista, socialista e sovranista di Maduro. Basterà a far capire che l’imperialismo ha tante facce ?
– Il dir. gen. Rai Campo Dell’Orto si dimette, e rinuncia alla liquidazione. Non ho mai seguito la natura del contendere in Rai – a dire la verità mi ha sempre lasciato perplesso la sdegnata reazione dei “senza tetto” – ma mi basta a capire che, in fondo, per chi è senza schieramenti, conta anche la natura dei singoli,
– i morti in Yemen, dopo l’intervento della coalizione a guida saudita sono 8.000. Diciassette milioni sono a rischio fame. Nessuna mobilitazione pacificista, Trump e Merkel e tutti uniti nel silenzio. Basterà a chiedersi come mai non c’è uno yemenita tra coloro che fuggono dalla guerra e dalla fame ?
PS Farsi domande, e non saper darsi risposte esatte, è un utile esercizio per non ordinare il disordine del mondo nella propria visione immune dai dubbi.

Risultati immagini per INFORMAZIONE E INTERPRETAZIONE DEI FATTI