NON GIUDICATE IL DOLORE DELLA MADRE DI AREZZO

DI ANNA FALCONE

È tutto il giorno che il dolore per questa ennesima morte innocente mi pietrifica. Non giudicate, non è immaginabile il dolore di chi causa e vive questa tragedia. Aiutiamo le madri, i padri e le famiglie che con enormi sacrifici tentano di conciliare il ruolo di genitori e lavori alienanti che ti spremono fino all’osso, fino a quando il cervello non regge più e ‘stacca’ con un black out. Qualcuno proponeva di mettere un sensore nelle auto. Ok. Io propongo di ribellarci a un modello di vita e di lavoro disumani che ci trasformano in automi e stravolgono fin dentro la testa le nostre priorità. Una preghiera per questa bambina e per sua madre.

(ANSA) – CASTELFRANCO DI SOPRA (AREZZO), 7 GIU – Una bimba di 16 mesi è morta ‘dimenticata’ in auto dalla madre. E’ accaduto a Castelfranco di Sopra (Arezzo) dove la donna, probabilmente convinta di avere accompagnato la piccola all’asilo nido, si è diretta verso il posto di lavoro: il Comune di Castelfranco dove è segretaria comunale. Ha parcheggiato l’auto nella piazza davanti al Comune, al sole, e si è accorta della piccola solo quando, dopo circa sei ore, è tornata a bordo della vettura trovando la bimba ormai morta. Con quello che è stato definito un “urlo straziante” ha dato l’allarme, ma anche i tentativi di rianimazione con il defibrillatore non sono serviti. Ora rischia le accuse di omicidio colposo e abbandono di minori. Considerata una madre premurosa e molto affidabile sul lavoro, tempo fa aveva pubblicato su facebook il link ad un articolo di un quotidiano: “Maternità e lavoro, perché le donne non ce la fanno più”.

FOTO ANSA