DOPO 43 ANNI PER LA STRAGE DI BRESCIA, UN CONDANNATO E’ “IRRAGGIUNGIBILE”

DI MANUELA PALERMI
Quanto tempo c’è voluto perché la strage di Brescia fosse finalmente e ufficialmente addebitata ai neofascisti e a settori degli apparati dello Stato? 43 (quarantatré) anni. Ci sono voluti 14 processi, c’è voluto l’impegno indistruttibile dei familiari delle vittime. E oggi, dopo 43 anni, si viene a sapere che uno dei condannati è “irraggiungibile da giorni”. E’ inaccettabile, è scandaloso, è una provocazione inaudita come tante che hanno disseminato questi 43 anni. Chi ne risponde ora? Dovranno passare altri 43 anni?