25 ANNI DALLA MORTE DI FALCONE E BORSELLINO, QUANDO VOGLIAMO CAMBIARE TUTTI?

DI ANNA FALCONE
A 25 anni dalla morte di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, la verità è ancora lontana. Troppi errori, troppi silenzi, troppe ombre. Ora, le figlie di Borsellino denunciano e la verità va perseguita con ostinazione. Nonostante tutto. Ma noi, noi abbiamo ancora bisogno di quella verità? Non sappiamo già tutto quello che dovremmo sapere per agire di conseguenza? Giovanni Falcone e Paolo Borsellino sono due eroi, due martiri della giustizia. Per noi. Eppure la società non cambia perché due eroi combattono e si sacrificano. La società cambia perché noi tutti vogliamo cambiare.
Ecco, la domanda è questa: noi tutti vogliamo cambiare? Abbiamo la forza di cambiare e di opporci senza compromessi, senza tentennamenti, senza paura alle opacità, alle ingiustizie, alle prepotenze, alla illegalità strisciante e silenziosamente accettata che offende e sporca le nostre vite e la nostra società? Io sì, noi sì. Ditelo, Ditelo forte. Perché Falcone è vivo, Borsellino è vivo, ma lo siamo anche noi. E questo deve avere un senso. Deve tradursi in una azione. Ditelo che ci siete anche voi.