ROMA, PIANO RAZIONAMENTO: A SECCO 8 ORE AL GIORNO

DI CHIARA FARIGU

Continuano le polemiche relative all’emergenza acqua per la capitale, dopo lo stop del prelievo dal lago di Bracciano, riserva idrica per Roma e Civitavecchia oltre che dei comuni limitrofi. In una nota, il ministro Galletti cerca di fare chiarezza “C’è da scongiurare innanzitutto un danno ambientale per il lago e allo stesso tempo evitare un disagio forte a migliaia di cittadini romani”.
E’ proprio questa la nuova emergenza con la quale Roma e molti romani dovranno fare i conti: il razionamento. L’erogazione a singhiozzo, con tutti i disagi che ne conseguono e non solo per le persone, ma anche per campi e animali “Abbiamo tempo 7 giorni per trovare tutte le possibilità al fine di limitare al massimo il disagio per i cittadini, ma è sbagliato chiudere gli occhi. Il problema c’è ed è grave. Per ridurre al massimo i disagi, Acea ha stabilito degli orari di eventuale blocco”, ha dichiarato il presidente Zingaretti. La patata bollente passa quindi ad Acea, la società che gestisce il servizio idrico per la capitale e i comuni della provincia. Che prende atto dell’ordinanza di sospensione della Regione e s’impegna, chiarisce in una nota, ad elaborare un piano dettagliato di emergenza, da rendere pubblico appena pronto.
Acea, tuttavia, considerando unilaterale e illegittimo il provvedimento di sospensione si dice altrettanto pronta a far valere le proprie ragioni presso le sedi competenti per tutelare la propria immagine e gli interessi di tutta la sua utenza, l’unica a doverne pagare le conseguenze.
Se le aree da definire e rendere note sono ancora in fase di studio, chiaro sin da ora è che il razionamento, a turno, interesserà sia le ore notturne che diurne per otto ore al giorno circa un milione e mezzo di cittadini. Inclusi nel piano anche ospedali e VV.FF.
Difficile prevedere se Acea troverà nell’arco di una settimana soluzioni alternative di approvvigionamento. Tutto lascia supporre che per i romani si prospettano tempi duri. E con un agosto che incalza e “promette” temperature roventi . Al pari dello scontro politico intorno all’emergenza idrica.

L'immagine può contenere: oceano, cielo, nuvola, spazio all'aperto e natura