LO STATISTA TESORIERE E L’INFRADITO

DI SERGIO SERGI

Poca attenzione ha avuto questa immagine. Ed è un peccato. Perché ci offre la visione di un legislatore che, stremato dall’impegno parlamentare e dal gran caldo, viene ripreso – certamente a “sua saputa” su Instagram – mentre prova a recuperare le forze. Il giusto riposo, in Versilia, con le due barboncine, i due telecomandi abbandonati sul tavolinetto e, colpo di classe, l’infradito in trasparenza. Non si è statisti per nulla e, soprattutto, dopo aver affrontato le durissime prove della chiusura de l’Unità e della cassa integrazione per i dipendenti del Nazareno