C’È LEGALITÀ E LEGALITÀ

DI GIULIA RODANO
C’è chi sostiene in questi giorni che sbattere per strada povera gente, povera, migrante, in difficoltà, sgomberandola da case sfitte e altrimenti inutilizzate, sarebbe riaffermare la legalità. Ma la legalità e le leggi non coincidono con la giustizia, anzi spesso la negano. La legalità non può essere l’unico riferimento. Spesso le leggi sono sbagliate e ingiuste. In più c’è legalità e legalità. Anche per fare lo stadio della Roma si fanno cose “illegali” non previste dalle norme. Ma con Pallotta si tratta. E con chi ha costruito case abusive si tratta, mentre i poveri cristi si buttano per strada. Io ho passato una vita a battermi contro leggi e legalità ingiuste. Così non ci sarebbero stata l’occupazione delle terre e la riforma agraria. Così non ci sarebbero stati scioperi e manifestazioni ( che spesso erano illegali…), non ci sarebbe stata la lotta contro le discriminazioni razziali ( che erano legali, legalissime) la democrazia sarebbe più povera. Chi lo dice che è legale tenere le case sfitte e vuote per tenere alti i fitti?