ABUSIVISMO E POLTRONE

DI MASSIMO MARNETTO
https://alganews.wordpress.com/
Doni (di voti) e condoni (di case) vanno da sempre a braccetto. Soprattutto dove i piani urbanistici sono volutamente vaghi. perché tanto arriva la sanatoria e sistema tutto. Così, il condono edilizio da concessione eccezionale diventa atteso provvedimento periodico, fino ad assumere la sfrontatezza del diritto acquisito, come emerge tra le righe dell’ultima proposta di legge regionale della Campania. Che il presidente De Luca ha varato, sfidando lo Stato a mandargli le ruspe, se ne è capace.
I crolli del terremoto di Ischia hanno evidenziato il patto poltrone-mattone che tutti conoscono, da anni. E che nessuna forza politica – neanche il M5S – ha contrastato, perché una legge non può essere più virtuosa del suo popolo, altrimenti chi la propone non viene votato. E quando il popolo vuole Barabba libero, il politico che vive di consenso si adegua.
Ora, però, non condoniamo pure i morti invocando il caso. Sarebbe troppo. Le vittime di questo terremoto debole sono state causate da un senso della legalità ancora più debole. Chi oggi è in lutto, ieri era in piazza contro le demolizioni. Ma quelle che fa lo Stato non fanno morti, quelle che fa la natura, sì.