IL VIAGGIO SPECIALE DI PAPA FRANCESCO IN COLOMBIA

DI CHIARA FARIGU

E’ iniziato oggi il 20° viaggio internazionale di Papa Francesco, destinazione Colombia con un piccolo cambio di rotta per evitare l’uragano Irma che imperversa nell’Atlantico. Un viaggio apostolico breve ma intenso, anzi “speciale”, ha detto il Pontefice ai giornalisti al suo seguito “per aiutare la Colombia ad andare avanti nel suo cammino di pace”.
Ad attenderlo, al suo arrivo troverà il presidente della Repubblica Juan Manuel Santos Calderon con la consorte ed una semplice cerimonia di benvenuto al termine della quale si recherà verso la nunziatura apostolica, dove alloggerà sino alla partenza. Un viaggio fortemente voluto da Bergoglio per agevolare questo processo di pace considerata a lungo “impensabile e impensata” dopo 53 anni di guerre e violenze che hanno lasciato segni indelebili sulla pelle dei colombiani che contano 7 milioni di sfollati, 60mila desaparecidos e oltre 260mila morti.
Oggi la Colombia è un Paese in via di trasformazione con una gran voglia di rinnovamento. Il governo ha siglato l’accordo di pace con le Farc-Ep ed è previsto per il 1° ottobre il cessate fuoco definitivo con l’Esercito di Liberazione Nazionale (Eln), uno degli ultimi gruppi di ribelli rimasti nel paese latinoamericano stremato da mezzo secolo di conflitti. Si lavora da più parti per la riconciliazione. Ed è in questa veste che rientra la visita papale, per accompagnare la Colombia nel primo passo verso la pace.
Domani l’incontro col presidente Santos che nel 2016 è stato insignito del Nobel per la Pace per essersi adoperato per l’accordo con le Farc che recentemente hanno chiesto perdono per gli abusi commessi. “Non ci pentiamo di aver preso le armi. Ora però è diverso, lavoriamo alla riconciliazione”, ha dichiarato Rodrigo Granda ex capo delle Forze armate rivoluzionarie. Una nuova fase si prospetta dunque per la Colombia, desiderosa di lasciarsi quanto prima alle spalle un passato di lotte intestine e che agogna solo alla RICONCILIAZIONE.
Villavicencio, Medellin e Cartagena, sono le altre tappe del viaggio dopo Bogotà.
Il rientro in Vaticano è previsto nella tarda mattinata di lunedì, quando l’aereo del Papa atterrerà all’aeroporto romano di Ciampino

L'immagine può contenere: 4 persone, persone in piedi
 (foto Ansa)