CASO GABANELLI: LA RAI SUL WEB E’ NUDA

DI ENNIO REMONDINO

https://www.alganews.it

Un Consiglio di amministrazione Rai prigioniero delle sue impotenze a ridurre il numero di testate figlie della lottizzazione, rinuncia al web, che è suicidio giornalistico e aziendale. E la ‘direttrice’ Gabanelli, arruolata per supplire al gap, messa in un canto con lo zuccherino della ‘Condirezione’ a Rai News. Ma la scomoda signora spiazza tutti: “Mi autosospendo”, aspettativa non retribuita ad aumentare lo smacco. “Non metto la faccia su un prodotto che non firmo”. O la testata web vera, o niente. E i ‘sor tentenna’ in attesa del dopo Renzi elettorale, sono nei pasticci.

Milena Gabanelli, piaccia giornalisticamente di più o di meno, che fosse una tipa tosta lo si sapeva. Che qualche datato consigliere di amministrazione cresciuto in Rai e lo scafato direttore generale Orfeo potessero pensare di gabellare il progetto della testata web che alla Rai manca da anni, con una ‘Condirezione’ accanto al direttore multitasking Di Bella, o è ingenuità o è improntitudine.
All’ex curatrice di Report, il Cda di Viale Mazzini aveva proposto la condirezione di RaiNews 24 con delega allo sviluppo web e al data journalism. ma lei, cronaca di oggi, ha detto di No, e ha chiesto al direttore generale un periodo ‘di aspettativa’. Non retribuita, precisa la signora, a dare ulteriore peso al gran rifiuto.
Elegante Milena Gabanelli, stupiti (forse preoccupati) in viale Mazzini, anche perché il gesto è chiaro. Detta alla Grillo e per non copiare la protagonista, si sono presi un bel Vaffa senza neppure la possibilità di offendersi.

CONTINUA SU REMOCONTRO:

Gabanelli, la Rai sul web è nuda