LE PAROLE DI JOANNE LIU, PORTAVOCE DI MEDICI SENZA FRONTIERE

DI FRANCO BERARDI

https://www.alganews.it

Mi dispiace mi dispiace mi dispiace. Mi dispiace dover ancora parlare di questo, ma non c’è altro di cui si possa parlare, in questo momento, se si vive nel continente dell’orrore nazista che ritorna.

Le parole di Joanne Liu, portavoce di Medici senza frontiere ci costringono a dire ancora parole orribili: tortura, violenza, nazismo, cinismo senza limiti del ceto politico e ignoranza senza limiti della popolazione. C’è via di uscita da questo incubo?
Non lo so non lo sappiamo, per il momento possiamo dire una cosa soltanto: la verità.
La verità che molti ben educati della sinistra non osano dire né vogliono vedere: il nazismo, la sostanza del nazismo cioè la disumanità moltiplicata per la potenza della tecnica è di nuovo nel posto di comando.
Non importa il nome con cui lo definiamo, possiamo chiamarlo “governo dei flussi migratori”, se vogliamo, ma è nazismo. Questa è l’Unione europea oggi: violenza anti-sociale della finanza, violenza disumana della popolazione impotente sconfitta ridotta all’ignoranza al cinismo e al disprezzo di sé.

 

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.