IL NAPOLI VINCE CONTRO IL BOLOGNA. MA QUANTA FATICA

DI VINCENZO PALIOTTI


Il Napoli piega il Bologna solo nell’ultima mezz’ora della partita, un Bologna che fino a quel momento aveva messo in grande difficoltà la squadra di Sarri sfiorando addirittura il vantaggio in un paio di occasioni vanificate dalle parate del tanto discusso Pepe Reina in grande serata. Il Napoli ha sofferto parecchio la ragnatela che Donadoni ha predisposto tra centrocampo e difesa facendo ripartire la squadra con Palacio che si è sempre fatto trovare pronto coadiuvato da Di Francesco, Maietta e Verdi che hanno svolto un ottimo lavoro. Per contro il Napoli ha risentito la mancanza dell’apporto che solitamente Hamsik garantisce alla squadra e neppure Jorginho è sembrato al top della condizione mentre il trio dei “piccoletti” si è dato molto da fare, difesa con qualche sbavatura ma efficace. Alla fine però la vittoria è arrivata, marcatori Callejon, Mertens e Zielinsky, dimostrando quanto sia cresciuta la squadra partenopea nella gestione della partita acquistando quel pizzico di cinismo che era mancato in passato per risolvere partite difficili come quella di stasera con il contributo prezioso, anche stasera come con l’Atalanta, della panchina. La vittoria di stasera ha permesso al Napoli di rispondere agli acuti di Juve ed Inter e raggiungere le due squadre in testa a punteggio pieno, anche se siamo appena alla terza. Nota stonata, che non è condivisibile e non si spiega, il silenzio stampa della squadra di De Laurentiis Ora gli azzurri partiranno per l’Ucraina per affrontare al debutto in Champions lo Shaktar mercoledì prossimo.